Mese per mese

Primo mese: gioie e dolori (al momento solo gioie)

primo mese_Con questo post voglio inaugurare una nuova rubrica: raccontare la crescita di Giacomo mese per mese, descrivendo emozioni, progressi, disavventuree momenti indimenticabili.

Una delle prime cose che ho fatto da quando è nato Giacomo è stata cercare sul web i progressi di un neonato mese per mese tanto per rendermi conto, da inesperta quale ero (e quale sono! :D), cosa mi sarei dovuta aspettare, quali attenzioni avrei dovuto avere; beh, di siti ne ho visitati molti e senza stupirmi troppo ho trovato numerose notizie contrastanti: chi dice che il bambino crescerà tot etti a settimana, chi tot centimetri, chi dice che all’inizio vede solo ombre e inizierà a vedere da una certa settimana in poi, chi invece che vedrà da una settimana diversa… Non certo positivo per una mamma alle prime armi come me! -.-

Così, dopo aver letto tutte queste informazioni simili tra loro ma non certo identiche, ho deciso di fare come il primo giorno che mi hanno portato Giacomo in ospedale: appena arrivato ha iniziato a piangere, ed io capivo di dovergli dare da mangiare ma nonostante il corso preparto (con tutti quei video, poi!) non sapevo da dove incominciare. Così ho fatto l’unica cosa che potevo: improvvisare!

Bene, tutto questo per dirvi che improvvisare sarà il verbo più in voga in questo momento, diciamo il leit-motiv del primo mese; prenderò sicuramente spunto dalle informazioni sul web ma ogni bambino è a sè, nella crescita, nello sviluppo della parola o dei primi passi. Quindi l’importante è informarsi, chiedere consiglio al pediatra, osservare il bambino e non preoccuparsi troppo: se è un bambino tranquillo – come nel mio caso – che mangia, dorme e non ha particolari problemi di coliche o pianti disperati, evitare di spaventarsi.

Ma veniamo al mese appena trascorso: Giacomo è nato il venti agosto e ha già fatto due visite dal pediatra, una circa due settimane dopo la nascita e una dopo un mese; i progressi non sono certo stati pochi:

Crescita: le informazioni che si trovano sul web e non solo dicono che il bambino nel primo mese di vita e più in generale nei primi mesi dovrebbe crescere circa 150 – 200 g a settimana; Giacomo quando è nato pesava 3.590 kg, al ritorno a casa pesava 3.300 kg per via del caso fisiologico ma ora dopo un mese è arrivato a pesare 5 kg! :O

Prende il latte materno e, almeno fino ad ora, non ha avuto problemi di coliche tranne un paio di giorni. E’ cresciuto anche molto in altezza, quando è nato era lungo 52 cm, mentre ora è arrivato a 56 cm.

Progressi motori: Nel primo mese i bambini sollevano la testa occasionalmente; infatti Giacomo ha iniziato ad alzare la testa e a rimanere per qualche secondo in questa posizione, soprattutto quando lo cambio e lo giro per pochi attimi a pancia in giù per chiudere la tutina, piano piano sta acquisendo più forza nelle braccia e nelle gambe.

Sonno: In questo periodo i bambini dovrebbero dormire almeno 19 ore al giorno; Giacomo appena tornati dall’ospedale mangiava ogni tre ore (tranne la notte) e dormiva tra una poppata e l’altra. Ora dorme un pochino meno, tra una poppata e l’altra non dorme tutto il tempo ma alterna sonnellini (di circa un’ora) a periodi di veglia; la notte continua a dormire saltando una poppata.

Questi sono i progressi concreti della crescita di Giacomo ma quello che in questo mese mi ha emozionato di più sono quelle risate incondizionate che mi fa, quegli sguardi che ha quando ce l’ho in braccio o quando gli parlo, il sentire che mi riconosce quando si sveglia e lo inizio a chiamare… Insomma il rapporto che si è instaurato tra noi, anche se ha solo un mese, è incredibile!

Annunci

2 thoughts on “Primo mese: gioie e dolori (al momento solo gioie)

  1. I neonati sono bellissimi, anche se molto impegnativi. Volevo solo permettermi di sottolineare, come hai scritto tu, lascia e lasciate perdere tutte quelle tabelle e scritti in cui vi dicono che il bambino al tot mese deve fare quell’azione. È molto soggettivo, non può essere preso in considerazione, se non per mera curiosità. Te lo dico perché con due figli ho notato le differenze: con la prima stavo ad aspettare che sorridesse, camminasse, che mettesse i denti, ecc. E se entro quella data non lo faceva mi preoccupavo. Ora non mi preoccupo più, ha 18 mesi e ha solo 4 denti, pazienza. Secondo le tabelle dovrebbe averne almeno dieci, ma che vuol dire? Guardo per curiosità e divertimento alcune tappe fondamentali e faccio i confronti con la prima figlia, ma senza scopo. Se tuo figlio sta bene ( e una mamma lo sa!) non assilliamoci!
    A presto, momfrancesca.

    1. Hai perfettamente ragione momfrancesca, sono d’accordo con te, si possono leggere queste tabelle tanto per farsi un’idea ma mai prenderle alla lettera, creano solo ansie inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...